Senza senso?

Ci sono giorni in cui lo sguardo che si posa sulle cose, sul mondo, non riesce a dare vita a ciò che vede. Le cose rimangono cose: nude e crude, non risuonano; colori piatti che non si arricchiscono di sfumature; forme mute che non muovono né gioia né dolore.
Lo sguardo vaga su panorami quotidiani, normalmente fonti di bellezza e meraviglia o almeno di quieta gioia, e non trova nulla che lo rigeneri.
Sono i momenti, i giorni, in cui la vita sembra una corsa senza senso, corsa troppo veloce verso la fine.
Talvolta il weekend, tempo in cui la corsa potrebbe rallentare, amplifica invece quelle sensazioni. Tempo libero che subito si riempie, con tanti desiderata che rimangono in coda ad aspettare il weekend successivo. Nelle corse, la sensazione del tempo che fugge tra le mani; un attimo, ed è subito sera; un attimo, ed è subito la sera della vita.
Poi torna il lunedì e gli impegni lavorativi mettono argini e costringono a stare in ciò che c’è.
Lentamente, mi fermo. Fermo la corsa agitata e smaniosa e sto in ciò che devo fare.
Finché accade. Così, senza preavviso, torna il calore. Si scioglie il freddo del non senso, e qualcosa torna a fluire. Tornano le sfumature, e il cielo che al mattino si stagliava muto riprende a risuonare, vivo. Da lì, dal ritrovato calore, lo sguardo sul non senso si acquieta e lo accoglie con dolcezza. Rimane, ma ha perso la sua asprezza.
Mi troverai ancora, sguardo sul non senso. Mi sei compagno in questi anni di maturità che sentono cambiare il rapporto col tempo che passa e che rimane. Sei marea che arriva sulla riva, lasciando conchiglie al tuo passaggio.
Le raccolgo nella luce infuocata del tramonto.

14 pensieri su “Senza senso?

  1. Aurore2014

    Cara Chiara, sono molto vicina alla tua età e le sensazioni di cui hai parlato mi assalgono sempre più frequentemente. Purtroppo io non sono equilibrata come te e mi sento angosciata dal passare del tempo sempre più veloce… la marea del non senso non lascia conchiglie sulla mia spiaggia ma taglienti cocci di bottiglia. Che fatica vivere!
    Sempre bello leggerti. 🙂

    Rispondi
  2. Marco SognatoreFallito

    Finalmente qualcuno che la pensa come me, che si rattrista un po’ nel vedere questo dannato tempo che fugge sempre!
    Qui sui blogs pare che tutti siano felici e beati, pienamente appagati grazie al semplice gioire delle piccole cose…!
    Ah, devo però confidarti una cosa: non è solo colpa delle giornate piene di impegni! Per esempio la mia vita è molto tranquilla, devo fare le mie 8 ore in ufficio e poi non ho altri impegni che mi facciano correre da una parte all’altra della città, prendere e portare bambini, sclerare per cucinare, ecc.
    Nonostante ciò , il tempo corre tremendamente veloce anche per me.
    Se guardo la vita come un “miglio verde” che ha un termine (hai visto il film?), mi sembra di sprecare troppo il mio pezzettino di tempo che ho a disposizione su questo mondo: dai 30 anni ai 40 è passato in un attimo… guardo qualche foto e… son passati 2-3 anni come niente. Anche 10.
    Poi ci sono anche weekends belli pieni, però… la maggior parte del tempo dalla vita viene sprecato.

    Rispondi
    1. sguardiepercorsi Autore articolo

      Io cerco di non sprecare il tempo, ho una vita piena in cui faccio cose che mi piacciono. Però credo che quello stato d’animo faccia parte dell’essere umano e della sua consapevolezza di essere mortale. La costruzione di senso è un percorso che dura tutta la vita e richiede continui aggiustamenti…

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...