La vita è calore

“Il cancro ha cambiato il mio modo di sentire. Tutto è più intenso, gioia o dolore, struggimento o disperazione, il mio scudo protettivo è quasi inesistente, mi sento senza pelle, tutto mi arriva potentemente dentro fino ai recessi più reconditi dell’anima, nel bene e nel male.
La malattia è fredda e io ho imparato a ricreare il calore sottratto.
La vita è calore, e io, oggi, assaporo ogni cosa, che sia un raggio di sole, un colore, un cibo, delle acque calde, un sorriso o il conforto di un abbraccio, per dare sollievo al malessere o alla malinconia.
Licenziamento e cancro mi hanno permesso, grazie alla solidarietà dei miei pazienti, alla mia famiglia, agli amici e agli altri malati, di accedere a quel territorio sacro dove gli esseri umani si stringono l’uno all’altro con tutto la loro calda originaria umanità di fronte al dolore, all’impotenza e alla sofferenza per ciò che viene portato via da qualcosa o qualcuno che è più potente e contro cui nulla si può, ma che ci rende anche tutti così uguali.”
Sandro Bartoccioni, Dall’altra parte

8 pensieri su “La vita è calore

  1. chiaralorenzetti

    Rivivo molte esperienze personali in questo scritto. Io, dall’altra parte del cancro, l’ho vissuto accanto, nelle persone a cui volevo e voglio bene.
    Ed è così vero, quel senso di comunione ed umanità, solo raramente diventata pietà.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...