Mente saltellante, mente quieta

Il tempo del weekend è un tempo desiderato e complesso. Cambiare il ritmo sostenuto della settimana non è sempre così semplice: talvolta succede che fermandomi, come in un tamponamento a catena, mi saltano addosso le cose da fare, per dovere e per piacere. Troppe, in un tempo sempre troppo corto: ed è subito sera, domenica sera.
Alla faccia della mindfulness, la consapevolezza del momento presente, a volte la mente non riesce proprio a star ferma, a concentrarsi sul qui e ora: va avanti e indietro irrequieta, cerca di darsi delle priorità, ma in nessuna riesce a stare pienamente. Vado a camminare e penso al libro che vorrei leggere; leggo e penso alle carte sulla scrivania che richiedono tempo per essere smaltite, cucino e penso al bucato da ritirare, stendo la biancheria e penso agli armadi che richiederebbero le pulizie di Pasqua…. Altro che quiete, la mente saltella come i piedi sui sassi arroventati dal sole. E lo so che quella modalità di mente saltellante non fa bene, ma a volte -per fortuna non spesso- non riesco proprio a fermarla. Così è andato lo scorso fine settimana.
Dunque, il tributo al demone della smania l’ho pagato, e oggi mi sento libera e quieta.
Il bello della vita psichica è che scorre. Ora mi affido alla corrente, e cullata dal rumore della lavatrice e da quello della Kitchen Aid che impasta il pane, digito contenta queste parole.
Il cielo è sereno anche se un po’ lattiginoso. Sono nel flusso, l’anima sorride. Ora vado dal parrucchiere a coprire il grigio che avanza.
Buon weekend a tutti.

11 pensieri su “Mente saltellante, mente quieta

  1. Nicola Losito

    Da quando ho riaperto la casa di campagna, ho riscoperto il piacere della noia da weekend. Dovrò dirlo anche a mia moglie che, come te, non riesce ad annoiarsi… 😀
    Nicola

    Rispondi
  2. laurapozzani

    Cara Chiara, hai descritto quello che succede nel 90% dei miei week-end… 😦 Purtroppo è così difficile rilassarsi davvero, specialmente per noi donne, credo, che oltre al lavoro abbiamo tutto il resto, casa e famiglia, sulle spalle. Ecco i miei break sono il parrucchiere, lo shopping (raro), qualche serata culturale o una pizza con le amiche, la visita settimanale alla mamma, rarissimi week-end in fuga fuori zona, i contatti serali sul web… ma la mente per lo più continua a saltellare. 😉 Buon fine settimana anche a te.

    Rispondi
      1. sguardiepercorsi Autore articolo

        Grazie del pensiero, Laura… Ma, come Tramesipensieri, non amo molto partecipare a queste catene… Il tema è comunque interessante, ci penserò su.
        Un abbraccio 🙂

        Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...