Ridimensionamento

Ridimensionamento. Oggi ho in testa questo tema.

Stamattina parlavo con una paziente: mi diceva che stava lavorando molto in palestra perché doveva tornare a camminare un po’, anche solo qualche passettino col deambulatore. Perché no, la carrozzina proprio no, che vita sarebbe? Però, anche solo pochi anni fa, avrebbe trovato insostenibile la condizione in cui vive ora, e che ora  è invece sostenibile, anche con un buon livello di soddisfazione.

Questa è la vita. Sopravviviamo se siamo in grado di adattarci ai cambiamenti e di trovare equilibri nuovi nelle nuove circostanze.

Vale per ogni aspetto della vita. Si abbassa il tenore di vita, non si possono più fare cose che un tempo si facevano; passano gli anni e si impara a convivere con qualche acciacco, con qualche limite; ciò che un tempo era fonte di frustrazione ora non causa nessun dolore.

Scendiamo gradini, ma nel gradino in cui ci ritroviamo facciamo casa, cerchiamo di arredarlo nel migliore dei modi, di renderlo il più confortevole possibile. Ci adattiamo.

A volte è solo sopravvivenza, altre volte nel ridimensionamento si scoprono nuove libertà, e si viaggia più leggeri nella vita. Se hai molto da perdere, hai più paura. Se cadi dall’alto, ti fai più male. Se nel viaggio ti porti dietro uno zaino troppo pieno e pesante, fai fatica, arranchi, non vai lontano. Va bene anche quello, ma quando la vita ti alleggerisce lo zaino, scopri che hai meno paura di perdere, che puoi camminare e guardarti intorno con maggior agio.

Ovviamente non è sempre così. Succede quando ciò che perdi non è essenziale. E nello scendere qualche gradino, ti accorgi che molto di ciò che avevi intorno non era così essenziale. Ti sembrava importante, ti sembrava che da lì venissero benessere e felicità. Scopri che non era così vero. Che se ne può fare a meno senza dolore.  E riprendi a viaggiare un po’ più saggio, un po’ più leggero. Con la felicità e il dolore che stanno nella vita, e non nei gradini che hai dovuto abbandonare.

Ci sono ridimensionamenti dolorosi che richiedono grande coraggio e forza spirituale per essere accettati ed elaborati. Gradini che sei obbligato a scendere uno via l’altro.

Ma ci sono ridimensionamenti che portano salute psicologica, libertà, serenità. Che scavando verso l’essenza liberano da molte paure e ridanno fiducia e speranza. Che aprono a tutte le piccole e grandi meraviglie che hai intorno. Che fanno scoprire nuove possibilità, nuovi sguardi.

Come dice un vecchio detto, ciò che il bruco chiama la fine del mondo, il saggio la chiama farfalla. Certo per il bruco è la fine del suo mondo. E quel passaggio è doloroso. Ma è un passaggio. Passa. E si fa farfalla. Farfalla essenziale.

L’essenza mi àncora alla vita.

 

2 pensieri su “Ridimensionamento

  1. enantiodromici

    Ho sempre pensato che aver poco bagaglio sia sintomo di libertà e sicurezza. Eppure non so prepararmi a nessun viaggio con meno di venti chili di cose che probabilmente neppure penserò d’usare. Nella vita mi sforzo di ridimensionarmi con grande fatica, se penso unicamente a ciò che lascio indietro, se guardo le cose unicamente dal lato della privazione. Mi aiuto distraendomi, lasciandomi guidare dalla novità seppur restrittiva. E se il gradino su cui mi trovo mi par troppo stretto smadonno un po’ prima di prenderne possesso. Questione di misure: imparare a muoversi in spazi più ristretti costringe ad una contabilità nuova, fatta di cifre diverse, con meno zeri ma che spinge a considerare spazi e risorse con diversa attenzione. In qualche modo, per me, la diminuzione può diventare creativa e combattere il senso di frustrazione.

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...