Prendersi cura

Settimana impegnativa, tra lavoro, pensieri, preoccupazioni.

Oggi, risuonano questi versi di Montale:

“…Mia vita è questo secco pendio, / mezzo non fine, strada aperta a sbocchi / di rigagnoli, lento franamento. / E’ dessa, ancora, questa pianta / che nasce dalla devastazione / e in faccia ha i colpi del mare ed è sospesa / fra erratiche forze di venti. / Questo pezzo di suolo non erbato / s’è spaccato perché nascesse una margherita.”  Mediterraneo, in “Ossi di seppia”

Oggi curo la pianta e innaffio la margherita.

 

6 pensieri su “Prendersi cura

  1. sorrentinoillustratore

    Questo singnifica prendersi cura, accudire le giornate scintillanti di sole e i pomeriggi umidi che hanno poca luce, perchè viene la sera per entrambi.
    Un abbraccio,
    Renato

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...