Prendersi cura

Settimana impegnativa, tra lavoro, pensieri, preoccupazioni.

Oggi, risuonano questi versi di Montale:

“…Mia vita è questo secco pendio, / mezzo non fine, strada aperta a sbocchi / di rigagnoli, lento franamento. / E’ dessa, ancora, questa pianta / che nasce dalla devastazione / e in faccia ha i colpi del mare ed è sospesa / fra erratiche forze di venti. / Questo pezzo di suolo non erbato / s’è spaccato perché nascesse una margherita.”  Mediterraneo, in “Ossi di seppia”

Oggi curo la pianta e innaffio la margherita.

 

6 pensieri su “Prendersi cura

  1. sorrentinoillustratore

    Questo singnifica prendersi cura, accudire le giornate scintillanti di sole e i pomeriggi umidi che hanno poca luce, perchè viene la sera per entrambi.
    Un abbraccio,
    Renato

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...