Una donna combattiva

Entro nella stanza e trovo una donna seduta sul letto con molta voglia di parlare. La prima domanda che le faccio è il “la” che dà il via al racconto della sua vita.

Mi piace molto questa donna: piena di vita e di energia nonostante una storia molto pesante e tutt’ora piena di problemi, non solo di salute. Mi piace il suo spirito: non si lamenta, non recrimina, accetta ciò che c’è e combatte. L’ha sempre fatto, e ha iniziato presto: la vita non l’ha certo risparmiata, ma non ha fiaccato il suo spirito.

Avrebbe molti motivi per essere arrabbiata e/o depressa. Invece combatte, per sé, per i figli, per i nipoti. Combatte perché vuole vivere ed essere di aiuto ai suoi familiari.

“Capirà… non si può mica star lì a piangersi addosso, ad aspettare che gli altri ti risolvano i problemi. Ti tiri su le maniche e vai avanti.”

Detta così, sembra pure troppo semplice. Ma si comprende la forza d’animo dietro quella semplicità.

Grazie, signora dal dire schietto. Esco dalla stanza contagiata dalla sua energia positiva, dal suo spirito battagliero.

Preziosa testimonianza di vita, di coraggio, di speranza.

6 pensieri su “Una donna combattiva

  1. Anfree Dogart

    E’ gente come lei che ci serve come e più del pane. Il solo fatto che tu abbia scritto di questa splendida donna mette in luce pure la tua forza e la tua bellezza, anche se non ti senti una donna d’altri tempi… Come hai scritto in un commento : “ogni tempo ha i suoi compiti che obbligano le nostre risorse a venir fuori!”.
    Un saaluto battagliero,
    Andrea

    Rispondi
    1. sguardiepercorsi Autore articolo

      Hai ragione, ci vogliono tante persone così… Io credo che, in realtà, ce ne siano anche tante, ma fanno la loro vita senza clamore, in silenzio, senza luci della ribalta…
      Grazie per le cose che dici…
      Un saluto battagliero anche a te! 🙂

      Rispondi
  2. tramedipensieri

    Donne di altri tempi. Così era mia nonna. Così lo è mia mamma. Io lo sono un pò meno. Non saprei dirti: non è solo questione di carattere.
    E’ proprio un approccio diverso…non saprei.
    Mah..

    Rispondi
    1. sguardiepercorsi Autore articolo

      E’ vero che sono donne d’altri tempi. La signora di cui parlo lo è. Abituate a una vita dura. Non so tu, io sono nata in pieno boom economico; la qualità di vita, pur nelle difficoltà, era comunque migliore, con maggior benessere e prospettive per il futuro. Siamo meno allenate alla durezza… Detto ciò, ogni tempo ha i suoi compiti che obbligano le nostre risorse a venir fuori!

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...