4 pensieri su “Prigioni e amore

  1. Antonio Galluccio

    certo Chiara, a mio avviso chiunque abbia vissuto con una persona, condiviso con essa momenti belli e di sofferenza, fatto sacrifici insieme, ha vissuto questa situazione, i silenzi (le tue gabbie) non hanno mai portato ad una soluzione, semmai hanno rafforzato i fraintendimenti che minano molto spesso i rapporti…
    meglio affrontarsi subito, un faccia a faccia risolutivo e pacificatore piuttosto che tornare a vivere chiusi nelle nostre gabbie…
    un abbraccio
    🙂

    Mi piace

    Rispondi
    1. sguardiepercorsi Autore articolo

      Dipende dai silenzi… Quelli di chiusura, senz’altro. Ma ci sono anche silenzi di riflessione, silenzi per far calare la tensione e recuperare lo sguardo sull’altro, o sulla vita. Comunque ognuno ha le sue modalità: chi cerca il faccia faccia, chi recupera nel silenzio (Io sono più così, e anche Renato). L’importante, certo, è non stare chiusi in gabbia…
      Un abbraccio a te, Antonio!

      Mi piace

      Rispondi
  2. Manuel Chiacchiararelli

    Si dice che l’amore sprigiona una energia inesauribile e che può risolvere ogni cosa….il problema è riuscire ad abbattere le barriere che noi stessi mettiamo di fronte all’amore, magari per orgoglio, per paura o per pigrizia. Aprire le porte all’amore, al perdono e alla misericordia non è facile…ma, se si riesce a farlo qualche volta, è incredibile vedere quanto nuovo amore fluisce nella tua vita …
    Ciao Chiara 🙂

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...